Maria Gioia Tavoni • Paolo Tinti • Paola Vecchi

Nina+Evelyne-Wehrle-Laube

Manuela Valentini

 

Sono Evelyne Laube e Nina Wehrle le vincitrici dell’ultima edizione del Premio Internazionale d’Illustrazione, istituito nel 2009 dalla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna insieme alla Fundación SM, da tempo attiva nel campo educativo e nel settore dell’editoria. Lo scopo dell’iniziativa è incoraggiare e sostenere i nuovi talenti del settore per portarli alla conoscenza del pubblico professionale. Il premio è infatti rivolto a giovani illustratori di età inferiore ai 35 anni, già selezionati per la Mostra della Fiera del Libro per ragazzi. I vincitori sono stati proclamati durante le giornate della manifestazione bolognese da una giuria che ha riunito esperti internazionali del calibro di Antonio Faeti, Kitty Krowther (illustratrice belga) e Quetzal Léon Calixto (Art Director della Fundación SM, Messico). Con queste parole la giuria ha motivato la sua scelta: “Nell’opera di Evelyne Laube e Nina Wehrle si riconduce l’illustrazione di oggi a scaturigini molto illustri che richiamano il grande ambito visivo francese direttamente ispirato a Verne e a Robida, ma anche le remote ascendenze di una grafica rinascimentale preziosamente intrisa di echi gotici. Anche la grande lezione, molto vicina a noi, del sommo Karel Thole, è qui presente con il fascino delle ombre dei mezzi toni, di uno sfumato che dona lievi tocchi ansiogeni alla proposta complessiva. L’eleganza formale, che è davvero rilevante, non è fine a sé stessa, ma si collega con una visione del mondo fondata sulla necessità di raccontare anche le zone buie dell’anima. È un onirismo di tipo nuovo che si collega molto bene a certi sentimenti ovunque diffusi e trova le forme del discorso indispensabili per raccontarli. Anche per questo c’è una innovazione rilevante, capace di porsi come sfida”. Le due ragazze hanno ricevuto un premio di bensì 30 mila dollari e l’opportunità di illustrare un albo che sarà pubblicato dal Gruppo SM, nonché oggetto di una mostra che avrà luogo l’anno prossimo sempre durante le giornate della fiera. Invece, tra il 19 e il 22 marzo 2012 è stato presentato e mostrato al pubblico “Il soldatino di piombo” di Padge Tson, ovvero l’albo di colei che ha vinto la scorsa edizione del Premio.