Maria Gioia Tavoni • Paolo Tinti • Paola Vecchi

Il Philip Hofer Prize for Collecting Books or Art di Harvard

di Paolo Tinti

 

Philip Hofer (1898-1984) è stato il fondatore e il primo conservatore al Department of Printing and Graphic Arts della Houghton Library di Harvard; ricoprì inoltre la carica di segretario del Fogg Art Museum, sorto a fine Ottocento in seno alla prestigiosa università americana, che prima, e non solo negli Stati Uniti, volle attiva sin dal 1874 una cattedra di Storia dell’Arte. Allievo di Harvard, Hofer fu bibliotecario della Spencer Collection della New York Public Library; in seguito lavorò alla Morgan, sempre a Manhattan.

Hofer fu anche un grande collezionista, in particolare di libri illustrati e libri d’artista. Commemorando la sua scomparsa il 12 novembre 1984, il «New York Times» ricordava la sua superba collezione di edizioni illustrate italiane dal XV al XVIII secolo, di block prints cinesi, di codici miniati, di livres de peintres da Goya agli artisti a lui conteporanei. Ecco perché un originale premio annuale assegnato allo studente di Harvard la cui collezione di libri o di opere d’arte meglio esprima «the traditions of breadth, coherence, and imagination represented by Philip Hofer» porta il suo stesso nome.

Il premio non è ricco se paragonato alle locali tasse universitarie. Pari a 2.000, 1.000 e 500 $ per il primo, secondo e terzo classificato, non sempre è assegnato e può essere elargito ex aequo. Il vincitore è tenuto a organizzare una piccola esibizione dei suoi tesori librari e/o artistici presso la Houghton.

In Italia non esiste nulla di simile, a meno per quanto ne sappia. Quale antica Università meglio di Bologna potrebbe imitare il modello statunitense? La città che pur avendo messo a concorso la cattedra di Storia dell’Arte molti anni dopo Harvard (fu nel 1906 ed il vincitore risultò, com’è noto, Igino Benvenuto Supino) vanta una tradizione illustre nell’editoria e occupa un posto non certo di secondo piano nella storia dell’arte contemporanea. Collezionisti e/o studiosi di libro d’arte o d’artista cui intitolare il premio non mancano. Neppure gli studenti, ne siamo certi, si tireranno indietro.

Per maggiori informazioni:
http://hcl.harvard.edu/libraries/houghton/public_programs/hofer_prize.cfm>, ultima cons.: 3 settembre 2012.